LIM - Laboratorio informatizzato di modellazione

Direttore: Prof. Andrea Giordano - Tel. +39.49.827 67 44

Responsabile: geom. Alberto Buggin - Tel. +39.49.827 54 94

Sede: Viale Colombo 5 secondo piano (locale 02-044)


Il Laboratorio Informatizzato di Modellazione (LIM) è dedicato all’addestramento e all’uso di programmi informatici per la rappresentazione, la modellizzazione e la comunicazione del progetto architettonico ed urbano e, più in generale, all'addestramento per il corretto utilizzo dei devices preposti a quei programmi.

Attrezzatura:
16 postazioni dedicate.

Software:
Autodesk Architectural Desktop; Revit, 3DSMax_Design, Office pro; Gis Geomedia; Solidworks, Catia, ProEngineer, programmi freeware per il trattamento delle immagini; accesso a Internet per la consultazione.

Tutte le attrezzature informatiche presenti nel Laboratorio Didattico Informatizzato del Dipartimento ICEA, sono messe a disposizione unicamente agli studenti regolarmente autorizzati tramite concessione di un codice di accesso personale che potrà essere ottenuto e mantenuto solo se lo studente risulta essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie.
L’utilizzo delle attrezzature informatiche deve essere unicamente legato a scopi didattici. Il codice di accesso viene dato in uso allo studente che non può in alcun modo considerarlo come proprietà privata. I responsabili di un sistema possono, in qualsiasi momento, in caso di sospetta attività illecita, prendere visione e conoscenza dei dati legati ai singoli codici di accesso. Inoltre sono attivi meccanismi di traccia per tutte le attività svolte. Lo studente che ottiene il codice di accesso deve essere a conoscenza di quanto incluso in tale regolamento ed accettarne le condizioni in modo incondizionato. A tale scopo, farà fede la firma che lo studente dovrà apporre sull’apposito modulo di richiesta o rinnovo.

REGOLE GENERALI

  1. Il sistema operativo, tutti i suoi moduli e programmi software messi a disposizione non possono essere utilizzati per attività personali o profittevoli. Non possono essere copiati e distribuiti su installazioni esterne. Non sono ammesse attività di tipo ricreativo. Pertanto è vietato utilizzare giochi ed è vietato guardare immagini o animazioni in modo particolare quelle lesive della pubblica decenza ed in generale consultare servizi WWW per scopi non legati alla ricerca o alla didattica.
  2. È vietato l’uso e possesso di programmi cavalli di troia, di hacking (anche se di pubblico dominio) e di software illegalmente copiato.
  3. Gli studenti sono tenuti a garantire il corretto utilizzo delle apparecchiature ed a usarle in modo da evitare qualsiasi danneggiamento hardware e software. Pertanto, ad esempio:
    1. È vietato consumare alimenti liquidi o solidi nelle vicinanze delle apparecchiature;
    2. È vietato spegnere fisicamente le apparecchiature;
    3. È vietato effettuare sulle apparecchiature operazioni di reset o reboot;
    4. È vietato bloccare la postazione di lavoro qualora ci si debba assentare per lunghi periodi (30 min).
  4. Gli studenti hanno il dovere di non scaricare, copiare, installare programmi nelle varie postazioni.
  5. REGOLE RELATIVE AL CODICE DI ACCESSO
  1. Possono ottenere codici di accesso gli studenti che frequentano i corsi del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale, che abbiano la necessità di svolgere le esercitazioni informatiche relative ai corsi. All’inizio di ogni A.A. sarà possibile effettuare la procedura di iscrizione, all’interno di un periodo di due settimane dall’inizio delle lezioni.
  2. Gli studenti che abbiano ottenuto un codice d’accesso lo mantengono durante tutto l’A.A. a condizione che essi risultino in regola con il pagamento delle tasse. A tale scopo vengono effettuati controlli periodici in corrispondenza alle date di scadenza dei pagamenti. Gli studenti non in regola con i versamenti vengono prima sospesi dall’uso del codice e, dopo tre mesi, qualora non si siano messi in regola, verranno cancellati senza preavviso. I codici non utilizzati per almeno un anno, di studenti regolarmente iscritti, vengono sospesi senza preavviso e potranno essere riattivati solo su richiesta esplicita dello studente.
  3. Il codice di accesso è strettamente personale e può essere utilizzato unicamente dal titolare. Pertanto è vietato permettere ad altre persone l’uso del proprio account, poiché ogni attività non regolare verrà imputata al titolare del codice di login, egli deve mettere particolare cura nella scelta della password.
  4. L’utilizzo dei dischi locali è da considerarsi esclusivamente temporaneo, perciò lo spazio occupato deve essere liberato al termine di ogni sessione di lavoro, pena rimozione dei propri lavori e sospensione dell’account.
  5. REGOLE RELATIVE AD ATTIVITA’ DI RETE ED ESTERNE
  1. L’accesso alla rete tramite WWW è possibile solo temporaneamente e solo su richiesta dell'utente per scopi didattici e di ricerca ed unicamente utilizzando siti di pubblico accesso. Pertanto, ad esempio:
    1. È vietato utilizzare chat-line;
    2. È vietato inviare messaggi offensivi o utilizzare linguaggio scurrile, tramite posta elettronica o News;
    3. È vietato l’invio, l’uso di catene di posta elettronica e qualsiasi forma di spam;
    4. È vietato ogni tentativo di accesso fraudolento a dati e programmi altrui ed ogni tentativo di utilizzo di codici d’accesso diversi da quello di cui si è assegnatari.
  2. Si ricorda a tutti gli utenti che assolutamente vietato inserire news a carattere commerciale in qualsiasi newsgroup nazionale e/o internazionale.
  3. REGOLE RELATIVE AI CORSI
  1. Gli studenti sono tenuti a rispettare gli orari definiti ed affissi per lo svolgimento dei laboratori di corso istituzionali. Durante un turno riservato al laboratorio di un corso, hanno la precedenza inderogabile gli studenti che devono svolgere le relative esercitazioni.

Ogni azione, di qualsiasi tipo, che contravvenga a quanto detto su questo regolamento comporterà l’immediata sospensione del codice di accesso. In caso di infrazione grave verrà cancellato il codice e la possibilità di ottenerne un altro durante il proprio corso di studi. In caso di particolare gravità o dolo manifesto, i responsabili verranno segnalati alle Autorità Accademiche per ulteriori provvedimenti disciplinari e/o legali.