Scuola di dottorato - ammissione alla scuola

L'ammissione alla Scuola è regolata dall'articolo 15 del Regolamento della Scuola, in base a cui

1. Possono partecipare agli esami di ammissione coloro che, alla data fissata per la prima prova d'esame dagli organi della Scuola, sono in possesso del diploma di laurea ante D. M. 509/1999 o di Laurea specialistica/magistrale, ovvero di analogo titolo conseguito all'estero, dichiarato equivalente, ai soli fini dell'ammissione alla Scuola, dal Consiglio Direttivo.

2. Le procedure di ammissione sono definite dal Consiglio Direttivo, nel rispetto del Regolamento di Ateneo. Il Consiglio Direttivo fissa per l'esame di ammissione una delle seguenti modalità:

a) per titoli, prova scritta e prova orale;

b) per titoli e prova scritta;

c) per titoli e prova orale.

3. La prova orale comprende la verifica della conoscenza di una o più lingue straniere secondo le indicazioni contenute nel bando. L'esame di ammissione può essere sostenuto anche in una delle lingue straniere indicate nel bando.

4. Il bando può prevedere che i candidati debbano dichiarare per quali posti ad eventuale tema vincolato intendano concorrere, indicandone la priorità

5. I posti saranno assegnati secondo l'ordine della graduatoria generale di merito, fino alla concorrenza del numero complessivo di posti messi a concorso, con e senza borsa di studio. Per entrare in graduatoria i candidati dovranno aver conseguito un punteggio di almeno 70 punti.

6. I verbali del concorso devono essere trasmessi al Rettore, che provvede con decreto all'approvazione degli atti del concorso ovvero al rinvio degli stessi per eventuali regolarizzazioni.

7. Gli atti del concorso sono pubblici; agli stessi è consentito l'accesso nei modi stabiliti dalla legge 241/1999. Il Rettore può rinviare l'accesso al momento della conclusione del concorso

 

L'ammissione alla Scuola di Dottorato in Scienze dell'Ingegneria Civile e Ambientale per il corrente Anno Accademico prevede la sola valutazione dei titoli per un totale di 100 punti di cui: 5 per la tesi di laurea; 30 per il Curriculum; 5 per eventuali pubblicazioni scientifiche; 60 per le lettere di presentazione (due) e la relazione del candidato su eventuali attività di ricerca già svolte e sull'attività di ricerca eventualmente proposta per il dottorato (cfr. Bando XXXI ciclo, http://www.unipd.it/ricerca/dottorati-di-ricerca/bandi-e-graduatorie) .