Master GIScience - Indirizzi e sbocchi occupazionali

Indirizzo "Produzione e gestione della geo-informazione"

Insegnamenti di indirizzo
  • Modelli digitali del terreno e geomorfometria (2CFU)
  • Fotogrammetria digitale e structure from motion (2CFU)
  • Sistemi di rilevamento avanzati (2CFU)
  • Information Modeling and Management (IMM) in ambito building (BIM) e infrastructure (IIM) (2CFU)
  • Cartografia geotematica (2CFU)
Sbocchi occupazionaliL'indirizzo forma figure professionali polivalenti esperte nella valutazione e gestione dell’informazione territoriale esistente e nella programmazione delle azioni necessarie ad acquisire nuova informazione, definendo le tecnologie più adeguate (in particolare il ruolo dei Sistemi a Pilotaggio Remoto) in base alle esigenze dell’organizzazione e dell’intervento da realizzare. Si tratta di professionisti nella GIScience che possono trovare sbocchi occupazionali nelle pubbliche amministrazioni, enti e imprese, Ong e Onlus in qualità di: esperti della messa a valore dei dati territoriali; esperti nella progettazione e gestione delle infrastrutture di dati territoriali; esperti a livello nazionale ed europeo delle politiche dell’informazione territoriale nel quadro della direttiva INSPIRE; esperti e responsabili GIS; analisti territoriali; esperti e responsabili di banche dati territoriali; esperti e responsabili marketing georiferito.

 

Indirizzo "GIScience per la gestione dei conflitti ambientali e la partecipazione nelle decisioni pubbliche"

Insegnamenti di indirizzo
  • Territori dei cittadini: geografia e GIScience per la gestione dei conflitti socio-ambientali (3CFU)
  • Digital Earth, voluntary geography e mappatura dei servizi ecosistemici (3CFU)
  • Mobilità e Trasporti: qualità dell’informazione e qualità delle decisioni (2CFU)
  • Paesaggi, reti ecologiche e reti sociali (2CFU)
Sbocchi occupazionaliL'indirizzo forma figure professionali polivalenti esperte nella gestione dei processi decisionali inclusivi e dei conflitti ambientali localizzativi nel quadro dell’attuazione della cittadinanza territoriale sostenibile sancita dalla Convenzione di Aarhus e dalle politiche ambientali europee e nazionali conseguenti. Si tratta di professionisti nella GIScience che possono trovare sbocchi occupazionali nelle pubbliche amministrazioni, enti ed imprese, Ong e Onlus in qualità di: esperti nell'utilizzo della cartografia e del GIS per la visualizzazione ed elaborazione di scenari per la costruzione di scelte territoriali complesse; esperti nella gestione del crowdsourcing delle informazioni e delle conoscenze geografiche; esperti GIS e cartografia inclusiva nei processi di VIA, VAS, VIncA; esperti di visualizzazione cartografica nei processi partecipativi e nella gestione dei conflitti ambientali.

 

Indirizzo "Cartografia e GIS per le green infrastructures"

Insegnamenti di indirizzo
  • Progettazione delle green infrastructures (2CFU)
  • Mobilità e Trasporti: qualità dell’informazione e qualità delle decisioni (2CFU)
  • Geoinformazione e tecnologie applicate allo studio del movimento animale (2CFU)
  • Paesaggi, reti ecologiche e reti sociali (2CFU)
  • Cartografia geotematica (2CFU)
Sbocchi occupazionaliL'indirizzo forma figure professionali polivalenti esperte nella progettazione delle green infrastructures (green and blue) nel quadro delle politiche integrate europee di conservazione della biodiversità e di lotta al cambiamento climatico. Si tratta di professionisti nella GIScience che possono trovare sbocchi occupazionali nelle pubbliche amministrazioni, enti e imprese, Ong e Onlus in qualità di: esperti nell'utilizzo della strumentazione della cartografia e del GIS per la visualizzazione ed elaborazione di scenari, la facilitazione del dibattito pubblico sulle alternative di progettazione e gestione delle green/blue infrastructures; esperti GIS nella progettazione di reti ecologiche e di connessioni tra aree protette; esperti GIS nella gestione del verde pubblico e nella connessione con le infrastrutture verdi; esperti GIS nella progettazione di corridoi ecologici terrestri e fluviali; esperti GIS nelle applicazioni della road ecology

 

Indirizzo "Geo-informazioni e nuove tecnologie per l’agricoltura sostenibile"

Insegnamenti di indirizzo
  • Agricoltura di precisione ed applicazioni dei Sistemi a Pilotaggio Remoto (2CFU)
  • Interpretazione di immagini telerilevate per l'analisi fenomica delle piante (2CFU)
  • Monitoraggio del bilancio idrico e del carbonio in colture agrarie mediante tecniche avanzate di remote sensing e ground truth (2CFU)
  • Statistica spaziale e geostatistica per l'agricoltura sostenibile (2CFU)
  • Geoinformazione e tecnologie applicate allo studio del movimento animale (2CFU)
Sbocchi occupazionaliL'indirizzo forma figure professionali polivalenti esperte nel trattamento della geoinformazione e delle tecnologie ad essa correlate per il miglioramento delle prestazioni ambientali dell’agricoltura e la diffusione di pratiche agricole sostenibili. Si tratta di professionisti nella GIScience che possono trovare sbocchi occupazionali nelle pubbliche amministrazioni, enti e imprese, organizzazioni di categoria in qualità di esperti nell'utilizzo della strumentazione appropriata per la gestione delle interazioni tra agricoltura ed ecosistemi, la valorizzazione e messa a sistema delle pratiche agricole sostenibili, a basso uso di input esterni e di energie fossili. Tra i possibili sbocchi occupazionali: esperti GIS; analisti territoriali; esperti nelle interazioni tra aree agricole ed ecosistemi; esperti nella progettazione e gestione di Farming Information Management Systems (FIMS).